Appartamento 3°piano con ascensore

Quacchio, fuori mura, in un contesto residenziale di recente costruzione in pietra a vista, appartamento disposto al 2° piano con ascensore, composto da:ingresso,pranzo/soggiorno … [Leggi...]

20170712_170815

Gastronomia, salumi e formaggi

Centro storico, ottima location, zona a  traffico  pedonale, CEDESI trentennale attività di gastronomia, salumi formaggi e articoli complementari. Arredamento completo e canna … [Leggi...]

20170421_105922

locale commerciale di 200 mq entro mura

Vicinanze piazza ariostea, in un contesto urbano caratterizzato da una destinazione d'uso mista: residenziale, terziaria e commerciale, locale commerciale di mq 200 disposto interamente … [Leggi...]

20170408_113237
20161216_152924

Appartamento con ingresso indipendente

Quartiere San Bartolo, a 50 mt dalla metropolitana di superficie, comodo alla ciclabile, e ai centri commerciali,in un piccolo contesto bifamiliare di recente costruzione tipo … [Leggi...]

20161103_155149

Monofamiliare con ampio scoperto a San Martino

SAN MARTINO FE,a 2 km dal centro, zona tranquilla e vicinanze ad altre abitazioni, VILLETTA MONOFAMILIARE di 150 mq(da ammodernare) disposta su 2 livelli sottotetto, magazzino … [Leggi...]

20160510_162201

ATTICO

Zona Via Bologna,vicinanze Ipercoop centro commerciale,in un contesto di recente costruzione,di poche unità, ATTICO di 60 mq ca. disposto al 2° e ultimo piano, composto da ingresso, … [Leggi...]

20160802_182938

BIFAMILIARE PONTEGRADELLA

PONTEGRADELLA zona residenziale e molto tranquilla,VILLA BIFAMIGLIARE di recente costruzione su lotto di 1250 mq è composta da 2 villette: una di 200 mq e l'altra di 135 mq criteri … [Leggi...]

20160415_170645

PODERE 5 Ha seminativo con Magazzino

Tra Copparo e Jolanda di Savoia, fronte strada,PODERE AGRICOLO di Ha 5 seminativo pianeggiante,CORPO UNICO, attualmente coltivato a frumento,ottima fonte irrigua, titoli PAC, oltre … [Leggi...]

20160322_102927

VILLA A CONA

Cona, zona residenziale splendida villa costruita negli anni 90" in mattoni vecchi a faccia a vista, di ampia metratura disposta su due livelli. I due piani, si prestano per essere … [Leggi...]

20151215_154459

FONDINO AGRICOLO 10 Ha Frutteto

A 15 Km da Ferrara direzione mare, terreno agricolo FRUTTETO (pere-mele) di 10 ha ca., in unico corpo, irrigabile e con titoli Pac. Il terreno si trova fronte strada e comprende … [Leggi...]

20151023_121738

VILLA CON PARCO

Pontelagoscuro,a 5 chilometri da Ferrara, in zona residenziale VILLA in contesto Bifamiliare pietra a vista, Ottime finiture con:P.T ingresso, living-room con camino, cucina abitabile, … [Leggi...]

20150924_104139

UFFICIO CON AMPIO PARCHEGGIO

Via Giuseppe Fabbri, comodo al centro, in palazzina pietra a vista UFFICIO al P.T monovano facilmente divisibile, con antibagno e bagno. Utenze autonome, clima, serranda elettrica, … [Leggi...]

Digital StillCamera

FONDINO AGRICOLO DI 21 Ha

Zona del Copparese, vendesi terreno seminativo di 21 Ha ca. CORPO UNICO, pianeggiante, irrigato tramite un canale e con titoli PAC, ampio magazzino. Euro 33.000/ha. A persone o … [Leggi...]

P_20150120_153620

APPARTAMENTO 2 MATRIMONIALI DOPPI SERVIZI

Zona Nord/Ovest, a ridosso del centro, comodo ai servizi(centri commerciali, farmacia, banca, posta, asilo, scuole elementari, fermata autobus, pista ciclabile) in un contesto … [Leggi...]

DSC06095

Appartamento arredato con ingresso indipendente

Zona Nord/Ovest, via Arginone,comodo ai servizi e al casello Autostradale Ferrara Nord, APPARTAMENTO copmpletamente ARREDATO disposto interamente al P.T coì composto: ingresso, … [Leggi...]

DSC06067

FONDO AGRICOLO 30 ha

Zona basso ferrarese Migliarino, Terreno agricolo di ha 30 unico corpo, tutto seminativo, attualmente medicaio, adiacenze Po di Volano. … [Leggi...]

DSC05714

VILLA CON PARCO

Francolino,a 8 Km da Ferrara fronte strada OTTIMA Monofamiliare in pietra a vista disposta interamente al P.T composta da:Ingresso,living-room con caminetto, cucina abitabile, … [Leggi...]

DSC05638

AZIENDA AGRICOLA

Zona del Copparese, a 15 km da Ferrara e a 25 dal mare, FONDO Agricolo 10 Ha fronte strada, coltivato a frutteto impianto da 2 a 4 anni (piena produzione) impianto a goccia, Ottima … [Leggi...]

DSC05428

COPPARO Porzione indipendente

Zona residenziale a ridosso del centro, porzione indipendente terra/cielo disposta su 2 livelli, di recente ristrutturazione così composta: P.T ingresso indipendente, pranzo/soggiorno, … [Leggi...]

Copparo Porzione indipendente

RIFORMA PAC

                                                                   Riforma Pac: raggiunta l’intesa con le Regioni

È stata raggiunta l’intesa tra le Regioni sul decreto relativo alle disposizioni modificative ed integrative del Decreto ministeriale 6513 del 18 novembre 2014. Tale intesa consentirà novembre 2014 di avere a disposizione regole più chiare per l’applicazione del nuovo regime dei pagamenti diretti. Tra le novità proposte nell’ultima  versione vi è la definizione dell’attività  agricola ed in particolare il mantenimento e l’attività agricola minima da svolgere sulle superfici naturalmente mantenute in uno stato  idoneo al pascolo e alla coltivazione.
In merito al mantenimento sia delle superfici a prato e pascolo permanente(che di seguito chiameremo“prato permanente”) sulle quali sono svolte attività considerate tradizionali nello Stato membro, sia di quelle superfici sulle quali è svolta unicamente l’attività di pascolamento(compresi i pascoli magri), l’intesa prevede (fermo restando il rispetto degli impegni di condizionalità) l’obbligo del pascolamento con uno o più turni all’anno della durata complessiva di almeno sessanta giorni. In assenza di definizione da parte delle Regioni o delle Province Autonome (Pa), sulle superfici soggette all’obbligo di pascolamento dovrà essere garantito un carico minimo pari a 0,2 Uba per ettaro
riferito all’anno di presentazione della domanda. Nel caso in cui il comune di ubicazione dell’azienda sia diverso dal comune di ubicazione dell’allevamento e non sia ad esso limitrofo, le superficisono considerate ammissibili solo se la presenza di documenti che attestino la movimentazione dei capiverso le località di pascolo. Tali documenti devono essere registrat presso la Banca Dati Nazionale. E’
necessario che i capi utilizzati per il
pascolo siano complessivamente
detenuti dal richiedente e appartengano
ad un codice di allevamento
intestato al richiedente stesso. In deroga
a tale obbligo e qualora espressamente
previsto dalla Regione o Pa
tramite provvedimento possono essere
ammessi anche capi appartenenti
a codici di allevamento non
intestati al richiedente. Oltre al carico
minimo, la Regione o Pa può
definire anche una durata del pascolamento
diversa dai sessanta giorni.
Anche per l’attività agricola minima,
fermo restando il rispetto
degli impegni di condizionalità, per
le superfici naturalmente mantenute
è previsto l’obbligo del pascolamento
qualora l’agricoltore non sia
in grado di dimostrare lo svolgimento

di almeno uno sfalcio annuale
oppure di un’altra operazione
volta al miglioramento del pascolo.
Il pascolamento dovrà essere svolto
con uno o più turni all’anno della
durata complessiva di sessanta
giorni. Anche in questo caso è previsto
il rispetto di un carico minimo
che, se non definito dalle Regioni o
Pa, dovrà essere pari a 0,2 Uba per
ettaro riferito all’anno di presentazione
della domanda. Inoltre, come
per il mantenimento, la Regione o
Pa può definire una durata del pascolamento
diversa dai sessanta
giorni. Altra novità riguarda la definizione
di agricoltore attivo. Il Decreto
stabilisce che, in caso di partita
Iva attivata in campo agricolo successivamente
al primo agosto 2014
oppure in assenza di partita Iva, non
può essere considerato attivo il soggetto
la cui attività agricola complessiva
rappresenta solo una parte
insignificante delle sue attività economiche
complessive. L’attività
agricola è insignificante se l’importo
annuo dei pagamenti diretti è inferiore
al 5% dei proventi totali ottenuti
da attività non agricole, oppure
se l’importo totale dei proventi ottenuti
da attività agricole è inferiore ad
un terzo dell’importo totale dei proventi
ottenuti nell’anno fiscale più
recente. Inoltre, non è considerato
agricoltore attivo il soggetto la cui
attività principale o il cui oggetto sociale
non è l’esercizio di un’attività
agricola. L’attività agricola è considerata
l’attività principale o l’oggetto
sociale di una persona giuridica
se è registrata come attività
principale o oggetto sociale nel registro
delle imprese. Le regioni
hanno approvato anche la modifica
dei criteri per l’attribuzione del premio
del latte. Altre novità di rilievo
rispetto alla precedente proposta del
Decreto ministeriale riguardano: la
diminuzione della tara prevista per
le superfici a prato permanente sulle
quali sono svolte pratiche tradizionali;
la tara è stata diminuita dal
70% al 50% consentendo di fatto
una superficie ammissibile maggiore;
la riduzione del valore dei titoli
trasferiti senza terra; nella
proposta iniziale la riduzione era
prevista sia per la vendita che per
l’affitto. L’attuale proposta prevede
la riduzione solo nei casi di affitto;
le modalità di accesso alla riserva
che avverrà mediante assegnazione
di nuovi titoli per gli agricoltori che
non ne detengono oppure mediante
aumento del valore dei titoli detenuti
dall’agricoltore. Gli Uffici del Caa
Coldiretti sono a disposizione per
ulteriori chiarimenti.
Il presente articolo rientra nel progetto
“La nuova PAC – Tra sostenibilità
e innovazione. Impatti sulle
aree rurali” cofinanziato dall’Unione
Europea .

Caratteristiche della Proprieta

Riferimento :
Provincia :
Locali :
Superficie :
Cucina :
Totale piani :
Giardino :
Zona immobile :
Prezzo :
Città :
Bagni :
Riscaldamento :
Piano :
Box :
Stato :

Foto Gallery:


CHIEDI INFORMAZIONI